Il gruppo di Stomboliamo  che fa merletto davanti alla fonte del tribunale.

UNA DOMANDA RICORRENTE: MERLETTO TRADIZIONALE O MERLETTO MODERNO?

Il merletto a fuselli nell’attuale periodo storico ha un valore ed un significato profondamente diverso rispetto alle epoche passate. Senza addentrarci nei particolari storici, di cui quest’arte manuale ha un importante trascorso, possiamo senz’altro dire, che fino alla metà del secolo scorso, la pratica dei fuselli era una vera e propria attività lavorativa, dietro alla quale si muovevano interessi economici importanti, sia di volume che di costo.
Dopo un periodo di relativo abbandono di questa forma di artigianato artistico, c’è stata una riscoperta progressiva, volta al recupero di una tradizione plurisecolare che rischiava di andare perduta, e che ha messo in evidenza il proprio valore culturale nonché la capacità di aggregazione tra le persone.
Ancora oggi esistono professionisti che lavorano in questo settore, il cui target però, è una nicchia ristretta: oltre al merletto “ecclesiastico” destinato al clero, l’alta moda ed alcuni settori dell’architettura (arredamento di ambienti particolari, allestimento di spazi espositivi) dimostrano interesse per preziosi manufatti realizzati con i fuselli, ma la stragrande maggioranza delle merlettaie/i fanno parte di associazioni culturali o praticano il merletto a tombolo privatamente, tra le mura domestiche, persone animate da autentica passione.
Far “cantare” i fuselli sul tombolo è, oggi più che mai, un modo per esprimersi e finalizzare la propria manualità in maniera creativa. I molteplici concorsi che vengono indetti in varie località, scelgono quasi sempre, come tema, soggetti a carattere artistico o quantomeno espressivo. La figura del committente che richiede la realizzazione di un manufatto preciso, destinato ad un uso pratico, che vincola la merlettaia ad un tracciato imposto, è ormai estremamente rara. Coloro che si dedicano al merletto oggi, scelgono in prima persona cosa realizzare in base ai propri gusti ed anche (fattore determinante) in base alle proprie capacità. Nel contesto attuale, spesso ricorre una domanda: realizzare manufatti di tipo tradizionale, oppure dedicarsi alla sperimentazione delle possibilità del merletto moderno? Senz’altro il primo impone vincoli precisi, sia per quanto riguarda la tecnica esecutiva, i disegni ed i filati da utilizzare, mentre il secondo da spazio alla creatività in termini di tracciato, colori e metodi di realizzazione, ma c’è una importante riflessione da fare a tal proposito.
In ogni forma artistica, in ogni tecnica esecutiva, quelli che vengono definiti i “fondamentali” sono la base imprescindibile per una reale crescita nell’ambito della disciplina prescelta: il grande musicista ha iniziato con il solfeggio, il grande disegnatore ha cominciato tracciando semplici linee sia dritte che curve, così anche la merlettaia deve cominciare apprendendo bene le basi tecniche, senza le quali e impossibile realizzare un manufatto degno di questo nome. Lo studio del merletto tradizionale, con la scrupolosa applicazione della tecnica specifica, è il solo modo per una evoluzione reale delle proprie capacità di realizzazione. Coloro che decidano di avvicinarsi al merletto moderno, non credano di poter evitare questo passaggio: non si tratta di incrociare a caso un numero imprecisato di fili colorati, magari su di un tracciato che più che un disegno è un vero e proprio scarabocchio. Si vedono in giro, per dirla alla toscana, dei veri e propri “troiai” frutto di improvvisazione e tanta, tanta presunzione.
Per realizzare merletti moderni, che sono spesso vere e proprie opere d’arte, occorre una grande abilità tecnica, frutto di talento e tantissima esperienza, maturata proprio nell’esecuzione di tracciati appartenenti al merletto tradizionale. Ho avuto la fortuna di ammirare alcuni disegni del giovane Picasso, che in quel momento della sua vita artistica costituivano una forma di esercitazione, ebbene i soggetti erano tutti di arte figurativa tradizionale e l’esecuzione era perfetta….
Quindi ben venga il merletto moderno con la sua carica di novità, indispensabile per una evoluzione futura del merletto a fuselli, ma ricordiamoci che non si può prescindere dal merletto tradizionale con tutte le sue regole, base indispensabile, frutto di secoli di esperienza accumulata da chi praticava il merletto non per passatempo, ma per poter vivere…

LEAVE A COMMENT